A scuola si impara il Nordic Walking

Presso l’istituto comprensivo di Borgone, in valle di Susa, da quest’anno, i ragazzi hanno scoperto una nuova disciplina.. il Nordic Walking.

Il professor Cravero, docente di scienze motorie, nella scuola secondaria di primo grado, ed istruttore di Nordic Walking, ha inserito nella programmazione annuale il corso base di Nordic Walking.

I ragazzi di seconda e terza media, durante le lezioni, hanno potuto apprendere le tecniche del NW e cimentarsi in una disciplina nuova.

Le lezioni si sono svolte tra Aprile e Maggio, all’aperto, e si sono concluse con una camminata itinerante presso le campagne della Val di Susa.

A tutti gli alunni è stato consegnato il diploma del corso base di Nordic Walking della SINW, che servirà anche , per i ragazzi di terza media, per la prova orale di scienze motorie.

Il progetto di scienze motorie,prevede di inserire nella programmazione annuale questa disciplina anche nei prossimi anni e di estenderlo anche alle altre classi.

Sport e Diabete

diabete

Si è appena concluso a Bardonecchia un Camp , riservato ad  adolescenti dai 14 ai 18 anni, per una attività educativa e terapeutica rivolta a ragazzi con diabete tipo 1.

I Ragazzi e gli operatori, hanno partecipato ad un campo scuola, dedicato all’attività sportiva, ed alla ricerca e tecnologia, presso il Villaggio Olimpico, dal 16 al 19 maggio 2019.

Il campo è  stato coordinato e promosso dal Centro di Diabetologia Pediatrica dell’ospedale Regina Margherita della Città della Salute di Torino, dove i ragazzi sono seguiti, con la collaborazione della Struttura Universitaria di Scienze delle Attività Motorie e Sportive, dal ricercatore dott. Federico Abate Daga e dal professore Cravero Davide.

Al campo hanno partecipato anche ragazzi ed operatori di altri Centri di Diabetologia, in particolare dall’ospedale San Raffaele di Milano, dall’Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo e dall’ospedale Infantile Cesare Arrigo di Alessandria. Tale progetto è sostenuto dalle Associazioni di Pazienti AGD Piemonte e Valle d’Aosta, Sostegno 70 e Jada.

Durante il soggiorno, i ragazzi  hanno svolto diverse attività fisiche tra le quali Nordic Walking, Pilates e Fitness indossando, sempre , dei sensori glicemici e cardio-frequenzimetri di ultima generazione, per osservare e monitorare in maniera continuativa, e studiare in modo scientifico, l’andamento glicemico correlato alla prestazione fisica.

Quattro giorni molto intensi in cui i ragazzi hanno svolto il corso base di Nordic Walking, ricevendo anche l’attestato della SINW,  attività di Pilates ed esercizi con gli attrezzi, coordinati dal Prof. Cravero Davide istruttore anche di NW.

 

 

Da Città al rifugio Amprino

Un facile percorso , adatto anche alle famiglie, conduce dalla borgata Città al rifugio Amprino.

Lasciata l’auto in un ampio parcheggio a Città si percorre un piccolo tratto sulla carrozzabile per poi svoltare verso sinistra sul sentiero 513 che conduce a due piccoli laghi dal nome”Paradiso delle rane”. Si prosegue seguendo il sentiero, in mezzo al bosco ricco di abeti . Dopo circa 20 minuti di cammino si arriva al rifugio Amprino, che nel periodo estivo è sempre aperto. Il rifugio è una tappa del sentiero dei Franchi.

Perché fare i test nel walking

Sempre più camminatori si iscrivono a maratone o a gare di lunga distanza , un po’ per sfidare se stessi, ma Un po’ anche per moda.

Conoscere le capacità fisiche del nostro corpo è come per un pilota di formula uno conoscere le potenzialità della sua auto, per far sì che possa guidarla al massimo delle prestazioni.

Iscriversi ad una gara è facilissimo, prepararla un po’ meno.

Il consiglio è sempre quello di affidarsi ad esperti del settore e farsi fare un programma di allenamento da allenatori qualificati Suism, e non da tecnici improvvisati.

Ma prima di farsi fare una scheda di allenamento, consiglio sempre una valutazione delle proprie capacità atletiche, al fine di essere più precisi nella preparazione del programma di allenamento e far la possibilità all’allenatore di monitorare constantemente il suo allievo.

Il centro studi Suism di Torino, che collabora con me per alcuni progetti sul Walking, ha protocollato alcuni test utili al camminatore.

Qui sotto riporto tutti i vari test che vengono eseguiti.

TEST  WALKING 

Test incrementale su ergometro trasportatore con protocollo di Astrand: 

Il test di Astrand su ergometro trasportatore (treadmill)misura il massimo consumo di ossigeno (VO2max) di un soggetto

PROTOCOLLO DI ESECUZIONE:

Eseguire un riscaldamento di almeno 10-15 minuti di corsa ad intensità medio bassa intervallata da cambi di ritmo.

Regolare il tapis roulant ad una velocità di 8,05 Km/h (5mph) e ad una pendenza di 0°. Il test può iniziare; dopo 3 minuti aumentare la pendenza fino a 2,5°. Da questo punto in poi ogni 2 minuti la pendenza verrà aumentata di 2,5° .

Il test termina quando il soggetto non è in grado di sopportare un ulteriore incremento di pendenza.

Analisi della composizione corporea con dispositivo BIA-ACC: 

 

Lo strumento analizza la composizione corporea nei suoi aspetti quantitativi, qualitativi e funzionali, utilizzando una tecnologia bioimpedenziometrica multifrequenza in grado di massimizzare l’efficienza delle misurazioni anche quando applicata a pazienti affetti da disturbi a carattere infiammatorio cronico o correlati allo stress. Capire lo stato dei tessuti corporei permette di avere informazioni circa il metabolismo, lo stato di stress cronico, lo stato di efficienza complessiva dell’organismo ed i potenziali rischi per la salute.

 

Test di forza dei flessori della mano (Hand Grip): 

Questo test analizza i livelli di forza dei flessori della mano tramite un dinamometro.

Una vita in cammino

img_1917La vita è un cammino che cambia percorso ogni volta che incontri un ostacolo. E’ un’esperienza che ti forma e ti fa diventare più saggio.

Passo dopo passo, costruisci il tuo cammino. E solamente TU puoi cambiarne il tragitto. Sarai TU a scegliere se renderlo: tortuoso, in salita, lungo, o semplicemente facile.

Il cammino è come la vita…una vita sempre in cammino

Camminare velocemente o correre piano?

Nel recente master per istruttori di Fitwalking, in qualità di relatore, insieme a due ricercatori del centro Studi Suism di Torino, si è parlato della velocità di innesco della corsa.

Di che cosa si tratta? E’ semplicemente la velocità massima della camminata in cui al di sopra di questa non si riesce più a camminare ma si inizia a correre.

Ogni individuo, ovviamente, ha una velocità di innesco della corsa diversa, e per calcolarla vengono confrontate le intensità di lavoro (espresse in Met) ed il consumo effettivo calcolato con il metabolimetro.

Da ricerche effettuate, si è visto che a certe velocità è più conveniente correre che camminare, in quanto si consumano meno energia.

A prescindere dagli effetti benevoli della camminata rispetto alla corsa, che tratterò più avanti, si può quindi affermare che camminando velocemente si consumano più calorie che correndo lentamente.

 

 

Le camminate OASI

img_1400Ora Amici Sempre Insieme, ripartono le camminate per i soci dell’OASI.

Per tutti gli appassionati del cammino il centro sportivo organizza uscite in tecnica Nordica, Fitwalking e Walking .

I percorsi sono di difficoltà medio-facile e hanno durata di circa 2 H e 30 minuti con distanze variabili tra i 10 e 14 km.

La camminata di Nordic Walking prevede già una conoscenza del “passo alternato” e del “passo parallelo”. Mentre nel Fitwalking l’uso corretto delle braccia e dei piedi.

“Il cammino è un modo di stare insieme in amicizia”.

http://www.oasilauravicuna.org

 

 

La mucca rossa

mucca rossa.jpg” Quando percorri una strada in montagna e vedi un prato verde con delle mucche che brucano, non puoi fare a meno di osservarle ed  di essere affascinato da questo paesaggio.

Se questa strada la percorri ogni giorno, a lungo andare , non sarai più attratto nell’osservare la stessa mandria di mucche.

Ma se, un giorno, sullo stesso percorso vedrai una mucca rossa, non potrai non notarla e ne rimarrai attratto”.

MORALE:

Fai sempre qualcosa di diverso dagli altri, per emergere.

 

 

 

Le gare di Nordic Walking

Da alcuni anni il Nordic Walking è entrato a far parte della FIDAL e quindi delle attività della federazione in cui vengono organizzate le gare.

Sono ancora poche le società FIDAL di Nordic Walking, una di queste è l’Oasi Laura Vicuna di Rivalta.

Le società della FIDAL devono avere, obbligatoriamente,  un istruttore federale della SINW, oltre al medico e ai dirigenti che fanno parte del consiglio direttivo.

Attualmente esistono delle gare , con percorsi di 10 e 5 km suddivisi per fasce di età e di sesso, e la federazione ha redatto un regolamento che viene riportato nell’ allegato qui sotto.

FIDAL NW